Varie notizie e intanto il maltempo!

Mentre il maltempo continua implacabile portando con se soldi e speranze degli agricoltori e imprenditori per la serie "già non bastavano le tasse". 

Bufera di vento in tutta la provincia di Agrigento con ingenti danni soprattutto nel capoluogo e sul versante palmese.
I vigili del fuoco hanno ricevuto numerose richieste di intervento per eliminare alberi e rami spezzati dalla sede stradale. Diversi tetti sono stati scoperchiati dal forte vento, danneggiate linee elettriche e telefoniche.
Decine di autovetture danneggiate.
In città si sono registrati diversi interventi compiuti dai Vigili del fuoco e dal personale della Protezione civile comunale.
Caduta di calcinacci in via Atenea e nel centro storico.
Intanto, la Protezione Civile della Regione Siciliana ha diramato un bollettino nel quale si prevedono, sin dalle prime ore di oggi, e per le successive 24-36 ore, precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale particolarmente intense sul settore sud orientale.
I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.
Venti di burrasca e forti mareggiate lungo le coste esposte. Chiesto lo stato di calamità naturale.

 

Si registrano i vari fattarelli della cronaca quotidiana: 

Un anziano di 73 anni, Ignazio Urso di Palma di Montechiaro, è morto questa mattina dopo essere andato a sbattere contro un’auto parcheggiata.

Probabilmente l’uomo, alla guida della sua Fiat Uno, è stato colpito da un malore ed ha perso il controllo dell’autovettura.

Gli operatori del 118 giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatare la morte dell’uomo.

ALTRO: Arrestato in mattinata dai Carabinieri della Stazione di Palma di Montechiaro, per ordine di carcerazione del Tribunale di Agrigento, Giovanni Vella, pregiudicato 44enne, residente a Palma di Montechiaro. L’uomo è stato definitivamente riconosciuto colpevole di detenzione illegale di armi e munizioni clandestine, reato accertato nel mese di novembre del 2008.

Il movimento La Destra organizza per lunedì prossimo 12 marzo 2012 alle ore 10,30, un presidio presso l’Ospedale di Licata, dove sarà impiantata una “tenda” dall’amministrazione comunale, al fine di esprimere forte dissenso per il progetto di chiusura del “punto nascita” del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Licata.

Carabinieri in nottata, nel corso di mirato servizio finalizzato al contrasto dei reati contro il patrimonio, a Palma di Montechiaro hanno arrestato in flagranza di furto Giuseppe Palermo, 28enne del luogo.
L’uomo unitamente ad altri due complici, che alla vista dei militari si sono dati a precipitosa fuga, è stato sorpreso presso l’autoparco della Società d’Ambito ATO AG3 “Dedalo Ambiente” nell’atto di rubare il gasolio contenuto nei serbatoi dei camion utilizzati per la raccolta dei rifiuti solidi urbani ed altri mezzi pesanti ivi parcheggiati.

UN SALUTO AL PICCOLO ALESSANDRO

Un bimbo 4 anni di Palma di Montechiaro, Alessandro Pesca (ne avrebbe compiuti 5 il prossimo 12 marzo) è morto ieri sera durante il trasporto all’ospedale di Licata.

Secondo quanto riferito dai genitori, il bambino avrebbe accusato un malore dopo un’iniezione di antibiotico che in poco tempo gli avrebbero causato una crisi respiratoria.
Il sostituto Santo Fornasier, sulla vicenda ha aperto un fascicolo d’inchiesta e ha disposto l’autopsia sul corpicino del piccolo Alessandro, quarto di cinque fratelli.

CIAO ALE, VOLA IN ALTO LASSU SEMINANDO QUA E LA I TUOI SORRISI!

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Danny (lunedì, 09 luglio 2012 13:16)

    is quickly